Posizionamento siti web: meglio quello organico o a pagamento?

È una domanda complessa e non c’è una risposta giusta. Ma posso aiutarti a capire i fattori che dovrai considerare se stai pensando di investire per migliorare la visibilità del tuo sito web.

Comprendendo cosa sono e la differenza tra loro, puoi decidere qual è quello giusto per te. Inutile specificare che è una delle domande più frequenti che ricevo dagli imprenditori che mi chiedono un consiglio : “dovrei spendere soldi per la SEO o per il PPC?”. In tutte le sue possibili varianti.

Cosa troverai in questo articolo:

    Le basi: SEO vs PPC

    Inizieremo con una spiegazione di base per chiunque non abbia familiarità con queste strategie.

    SEO sta per ottimizzazione per i motori di ricerca (search engine optimization). Utilizziamo tutti regolarmente i motori di ricerca per trovare ciò che stiamo cercando, che si tratti di una risposta a una domanda di storia o del sito web di un negozio che vende un tipo specifico di stivale. SEO significa ottimizzare il tuo sito per posizionarlo più in alto nei motori di ricerca in modo che il tuo pubblico di potenziali clienti abbia maggiori probabilità di scoprirti durante la ricerca di termini pertinenti al tuo settore. In genere, ciò significa utilizzare una combinazione di modifiche tecniche sul sito (ad esempio, modifiche al codice, sul back-end, etc;), contenuti onsite di alta qualità e creazione di link offsite per aumentare l’autorità e la rilevanza percepite agli occhi di Google (e altri motori di ricerca).

    PPC sta per pubblicità pay-per-click. L’idea qui è quella di utilizzare una piattaforma come Google, Facebook o Bing per inserire annunci che vedranno il tuo pubblico di potenziali clienti. Pagherai un importo fisso per ogni persona che clicca su quel link (da cui il nome della strategia). Nel backend, avrai il controllo totale su come vengono visualizzati quegli annunci, come sono scritti, a chi sono rivolti e altro ancora.

    Entrambe queste strategie sono comuni nel mondo del marketing digitale ed entrambe sono rilevanti per i motori di ricerca, sebbene richiedano approcci fondamentalmente diversi. Questo porta molte persone a presumere che siano in qualche modo opposti, o che devi scegliere l’uno rispetto all’altro. In realtà, SEO e PPC danno il meglio quando lavorano insieme .

    Tuttavia, ci sono pro e contro per ciascuno.

    I vantaggi della SEO

    La SEO ha diversi vantaggi rispetto al PPC, come ad esempio:

    Efficienza dei costi e ROI a lungo termine:

    nella maggior parte dei casi, la SEO è più efficiente in termini di costi rispetto agli annunci PPC, soprattutto a lungo termine. Ci vuole tempo prima che una strategia SEO inizi a prendere corpo e a fornire i primi risultati, poiché ci vuole tempo per creare contenuti, creare collegamenti e aumentare l’autorità del tuo sito web agli occhi dei motori di ricerca. Ma una volta ottenuto questo slancio, inizierai a generare rendimenti impressionanti, senza essere costretto a continuare a pagare per ogni visita al tuo sito.

    Credibilità e appeal organico:

    se sei già un minimo esperto, avrai già visto annunci su Google. Cosa ne pensi ? Se anche tu appartieni al gruppo degli utenti più smaliziati, nella maggior parte dei casi, salti immediatamente gli annunci e passi ai risultati di ricerca organici. Questo perché i risultati della ricerca organica hanno una maggiore credibilità percepita e una fiducia dei consumatori più immediata; questo rende la SEO un ottimo modo per assicurarti che la tua attività venga vista come una vera autorità del settore.

    Maggior autorità rispetto ai competitor:

    Nel mondo PPC, chiunque può dare la massima visibilità al proprio annuncio per un determinato periodo. Basta spendere abbastanza soldi. Ma nella SEO, non puoi comprare nessun risultato in maniera preventiva (almeno, non così facilmente). Una volta che ti sarai affermato come una delle autorità per il tuo settore, sarà più facile mantenere I risultati conseguiti. Certo, arrivarci può essere difficile.

    Benefici indiretti:

    La SEO richiede di creare collegamenti, scrivere buoni contenuti e rendere il tuo sito più user-friendly. Questo conferisce alla SEO una serie di vantaggi aggiuntivi e il potenziale per supportare molte altre strategie di marketing.

    I vantaggi del PPC

    Esaminiamo ora alcuni importanti aspetti per i quali il PPC è più vantaggioso rispetto alla SEO:

    Efficacia immediata:

    Non devi aspettare mesi (o settimane, se vogliamo essere precisi) che la tua strategia PPC “abbia effetto”. Con il PPC puoi lanciare una campagna e, quasi immediatamente, i tuoi annunci inizieranno a comparire sulla prima pagina di Google. La SEO, in confronto, è un investimento a lungo termine. Devi aspettare almeno dai tre ai sei mesi per iniziare a vedere in genere qualsiasi tipo di risultato e, in un mercato competitivo, potrebbe volerci più di un anno.

    Risultati garantiti:

    Con la SEO, c’è un po’ di fortuna e di speranza. Ma nel mondo del PPC, non ci sono tali congetture. Paghi solo per i clic che ricevi effettivamente, quindi in un certo senso i risultati sono garantiti. Se dovessi guardare i risultati “above the fold” (i risultati “above the fold” sono quelli che vedi quando atterri per la prima volta su una pagina, prima di scorrere verso il basso) di qualsiasi ricerca su Google, noterai che la maggior parte della schermata ( che sia del telefonino, tablet o monitor) è occupata da annunci a pagamento.

    Spesso non c’è spazio per i risultati organici. Le persone online sono pigre e non scorreranno verso il basso a meno che non sia necessario. Se trovano quello che stanno cercando “above the fold”, non andranno oltre. Per questo motivo, uno dei principali vantaggi che il PPC ha rispetto alla SEO è il suo posizionamento privilegiato nelle pagine dei risultati di ricerca.

    Monitoraggio e controllo dei risultati molto precisi:

    Il PPC offre la possibilità di effettuare controlli molto più precisi sulla tua strategia. Puoi scegliere come target esattamente il pubblico che desideri raggiungere e testare i tuoi annunci per vedere quanto sono veramente efficaci.

    Possibilità uguali per tutti:

    I siti affermati dei grandi brand, sono molto difficili da scalzare nelle classifiche delle ricerche. Ma con un budget sufficiente e il giusto targeting, gli annunci PPC possono dare la giusta visibilità praticamente a qualsiasi sito web. La cosa principale da capire è l’importanza con cui gli annunci PPC vengono visualizzati nella parte superiore di una pagina dei risultati di ricerca di Google. Di solito i primi tre risultati di una ricerca sono proprio annunci a pagamento. (Questa è una caratteristica sull’aspetto della pagina dei risultati del motore di ricerca che molto probabilmente non cambierà perché Google guadagna la maggior parte dei suoi soldi da questi annunci.) Google non guadagna con la SEO. Guadagnano con Google AdWords (il nome del loro programma PPC).

    Posizionamento siti web: conclusioni.

    Se vuoi far crescere la tua attività nel modo più rapido ed efficiente possibile, dovresti utilizzare una combinazione di annunci SEO e PPC. Ogni strategia ha i suoi punti di forza e di debolezza che completano l’altra e utilizzando entrambi, puoi massimizzare la visibilità del tuo sito web sui motori di ricerca.

    Detto questo, volendo semplificare al massimo, c’è un aspetto che potrebbe spingerti a favorire una strategia leggermente più dell’altra; la somma che hai deciso di investire. Se hai un budget limitato e un orizzonte temporale lungo, la SEO è l’opzione migliore.

    Nella pagina principale trovi tutti i consigli per orientarti al meglio su questa opzione. Se hai esigenze immediate di aumento del traffico, gli annunci PPC sono superiori. Una volta che avrai raggiunto le prime posizioni nei risultati organici dei motori di ricerca, potrai smettere di pagare per le visite al tuo sito, che la SEO, d’ora in poi, ti darà gratuitamente.

    Add a Comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.